martedì 21 maggio 2019

Un altro lettore per "la stirpe di Prometeo"

Scusate la monotonia, ma ho trovato un altro commento al mio racconto comparso su Urania n. 195.
E anche se il mio cognome lo ha citato male, a un lettore che ti dice che il tuo racconto è ottimo si perdona tutto...




lunedì 20 maggio 2019

Quando qualcuno di accorge di un tuo racconto...

Comparire su Urania è bello ed emozionante, ma, si sa, chi compra i volumi per il romanzo, non è detto che poi legga il racconto in appendice. Ecco perché imbattersi in un Tweet che parla del tuo racconto (addirittura nel giorno del tuo compleanno) è ancora più esaltante. Perché si scrive per essere letti e trovare un lettore che non solo ha dato attenzione a quello che hai scritto ma ha deciso anche di segnalarlo on-line è una bella soddisfazione.


domenica 17 marzo 2019

Il bello di Internet


Ultimamente va di moda additare il Web come padre di tutti i mali dell'epoca moderna.
Nella mia esperienza, però, Internet mi ha portato all'esperienza nella scrittura, dal primo micro-gruppo di scrittura che fondammo con Daniela Zaccagnino (ormai affermatasi nell'ambito dei fumetti) al tempo in cui discutevamo di fumetti nella mailing list Yattaaa, per passare poi dall'esperienza fondamentale di esercizio nei forum di scrittura.
Grazie al Web sono arrivato a pubblicare i primi racconti, fino Cleopatra col collettivo Valery Esperian.
Il Web mi ha permesso di collaborare con il forum Minuti Contati, di fare da relatore per la presentazione di Romolo Il Primo Re di Franco Forte e Guido Anselmi... e mi fermo qui, ma potrei andare avanti...
Così, riguardando le ultime letture (ne trovate alcune nella foto, insieme a Cleopatra che si è intrufolata :D), mi rendo conto che sempre più spesso leggo romanzi di autori (o magari anche solo di traduttori, come nel caso dell'Urania) che conosco di persona e con cui, spesso, ho avuto modo di collaborare... insomma non solo male viene dal Web

venerdì 15 febbraio 2019

Aggiornamenti. fra Faraoni e Urania


È quasi un anno e mezzo che non aggiorno il blog. La causa principale è stata un’improvvisa “esplosione” delle attività editoriali che ha fagocitato il tempo dedicato alla scrittura.
Visto che sono affezionato a questo blog (anche se forse prima o poi dovrò decidermi a ripartire da zero con uno nuovo) ecco un piccolo riassunto di quello che mi è successo.
Durante il 2017 è nato il collettivo letterario di cui faccio parte attualmente e, contestualmente, l’idea di una serie dedicata ai faraoni: cinque romanzi (per il momento, ma quest’anno uscirà il sesto) dedicati a cinque personaggi di primo piano, ognuno scritto da una coppia di autori del collettivo. Io, insieme a Massimo Lunati, mi sono dedicato a Cleopatra. Per me che il romanzo storico lo conoscevo come lettore ma non come scrittore, è stata una bella sfida: documentarsi, studiare a fondo il periodo, la biografia del personaggio, i dettagli dell’ambientazione e poi scrivere il romanzo mantenendo il delicato equilibrio fra realtà storica e finzione è stata un’avventura eccitante. E anche lo scrivere a quattro mani che temevo un ostacolo insormontabile si è rivelato molto più semplice e piacevole di quanto avrei immaginato.
La serie è piaciuta a Fanucci che ha pubblicato i cinque volumi nel 2018, tutti con la firma Valery Esperian.
I titoli sono: “Cheope, l’immortale”, “Akhenaton, l’eretico”, “Tutankhamon, il fanciullo”, “Ramses, il figlio del sole” e “Cleopatra, la divina” e li vedete tutti riuniti qui sotto in una bella foto di gruppo.


Tra l’altro, durante l’estate del 2018, un mio breve racconto (spin-off del romanzo) è uscito sia sul quotidiano La Sicilia (nella foto qui sotto), che sul Cittadino di Lodi.


Segnalo, infine, un mio racconto intitolato il Karmaleonte e pubblicato in appendice al numero di 1659 di Urania contenente il romanzo “Progetto Jennifer – seconda parte” di Charles Stross, una grande soddisfazione per me, visto che la fantascienza rimane il mio primo amore.


Con questo è tutto, ma ho già delle novità che non vedo l'ora di condividere qui.

venerdì 13 ottobre 2017

Sono nel numero 3 di Quasar.


Quasar, rivista di fantascienza diretta da Antonio Bellomi, uscì per la prima volta nel 1988.
In anni più recenti le Edizioni della Vigna, hanno deciso di riportarla in vita, sempre a cura di Bellomi (insieme a Luigi Petruzzelli) e nel terzo numero del nuovo corso, ci sarà anche un mio racconto, intitolato "Ritorno alle origini". Qui sotto ne vedete un assaggio.
La cosa bella ed emozionante per me è che, questa volta, non sono in un'antologia di esordienti, ma accanto ad autori affermati.
Giusto per farvi per darvi un'idea, fra gli scrittori presenti ci sono:
  • Vittorio Curtoni, uno degli autori più amati della fantascienza italiana, fondatore della rivista Robot (nel 1976) e che purtroppo ci ha lasciato nel 2011, con un racconto ironico e divertente che ci parla della cucina del futuro;
  • Enrico Lotti, che collabora come soggettista sceneggiatore a Martin Mystère e a Diabolik, con una geniale distopia, basata su un'idea tanto semplice quanto stupefacente;
  • Kary English, americana, finalista ai premi Hugo e Campbell e vincitrice di Writers in the Future, che narra un'allucinante esperienza post-mortem (che nulla ha a che fare con i fantasmi);
  • Frank Roger, autore belga che ha pubblicato oltre mille racconti, romanzi brevi, tradotti in più di quaranta lingue; al centro del suo racconto un progetto potenzialmente capace di stravolgere le nostre conoscenze, che invece ha dato solo problemi;
  • Martin L. Shoemaker, finalista al premio Nebula e vincitore del Washington Science Fiction Society’s Small Press Award, con un racconto struggente e umano, anche se il protagonista è un robot;
  • Lo stesso Bellomi, che omaggia Asimov e i suoi Vedovi Neri; 
E questi sono solo alcuni. Insomma, davvero un bel po' di roba, a un prezzo bassissimo (8,90 €, più spese di spedizione)

PS Quasar 3 sarà in vendita nel negozio on-line della Vigna nei prossimi giorni, ma già oggi (sabato 14 Ottobre) farà la sua prima comparsa nella terza edizione di Stranimondi (festival del libro fantastico).

lunedì 12 giugno 2017

Cento Edizioni di Minuti contati

Il primo e unico libro di Minuti Contati

Quando partecipai alla mia prima edizione di Minuti Contati, si svolgeva ancora sul Forum delle Edizioni XII. Nel frattempo, il contest ha traslocato due volte, ha prodotto persino un libro (da tempo, ormai, esaurito), una splendida APP (a proposito, correte a scaricarla qui, che è pure gratis) e, arrivato alla sua centesima edizione, è più vivo che mai.
Per l'occasione, Maurizio Bertino, vincitore della prima Era e attuale "patrono" del concorso e del forum (che gestisce insieme a un manipolo di volenterosi), ha pensato di organizzare un'edizione celebrativa: tre serate, ognuna avente come "ospite" (che darà il tema e contribuirà alla stesura della classifica della serata) un Campione d'Era.


E non dovete nemmeno scegliere la serata a cui partecipare: potete scrivere in tutt'e tre (e magari arrivare con tre racconti in finale).
L'appuntamento è qui alle 21:00. Il meccanismo è il solito: tema svelato all'ultimo minuto e poi tempo fino all'una di notte per produrre un racconto da 3000 battute.
Non mancate!

domenica 4 giugno 2017

Hanno intervistato pure me!

Un breve post per segnalare che Stefano Spataro di PenneMatte mi ha intervistato.
Se volete saperne di più, leggete qui.