domenica 28 ottobre 2007

Sogno leoni parlanti e sadici assassini


Forse il mio inconscio sta cercando di dirmi qualcosa. Questo spiegherebbe i sogni assurdi che "colorano" le mie  notti. Ad essere precisi è una vita che questo strato profondo del mio "IO" cerca di parlarmi - sogni strani ne ho sempre fatti - ma non ho ancora trovato il dizionario adatto a decodificarne il suo discorrere.
A volte provo a raccontarli agli amici nella speranza che qualcuno mi dia una mano a capirci qualcosa.
Alcuni di loro, non appena pronuncio la fatidica frase "stanotte ho sognato che..." alzano gli occhi al cielo, come a dire "Oh no! Ricomincia!"
Qualcuno sorride e attende curioso di conoscere quali nuove vette abbia toccato il mio mondo onirico.
Altri ancora esclamano: "che fantasia! Dovresti approfittarne per scrivere qualcosa".
Questi ultimi alla fine devono avermi convinto e un paio di anni fa ho cominciato davvero a buttare giù qualche racconto. Piccole storie per pochi occhi...almeno per ora...ma quello di pubblicarli è un sogno diurno e invece era di quelli notturni di cui volevo parlare...

Questa notte ho sognato una storia da thriller all'americana: c'era un poliziotto sadico assassino che perseguitava una mia amica e che alla fine veniva ucciso e seppellito a pezzettini nel tetto del mio appartamento.

Mi sono svegliato colmo di paura per le conseguenze di questo gesto. Ho provato ad alzarmi sperando di dissolvere l'incubo e mi sono ritrovate da sveglio a preoccuparmi per quello che mi era accaduto in sogno: chi lo ha detto che le ombre della notte si dissolvono al risveglio???

Finalmente, di nuovo a letto, mi sono riaddormentato ed eccomi a ricevere una sfida da parte di un leone parlante : avremmo dovuto misurarci in un antica danza tribale per stabilire chi fosse di noi due a comandare...
Ora provate voi a trarre un racconto da un sogno del genere! Che ne verrebbe fuori? Kafka in salsa Walt Disney?

Mah! Io per ora riesco solo a trarne il primo post per questo blog...

A proposito, non mi sono ancora presentato: mi chiamo Angelo e sogno leoni parlanti e sadici assassini.

2 commenti:

rossana ha detto...

Cugino! Lo sai che Fellini prima disegnava quello che sognava, e poi trasformava il tutto in film?
Un triplice passaggio: sogno-disegno-film.
Come vedi hai predecessori illustri, quanto a sogni particolari! ;-)
Rossana

Angelo ha detto...

Ciao cuginetta!

Purtroppo non so disegnare: ecco perché non ho mai girato un film :D