mercoledì 1 giugno 2011

Le verità nascoste...


Si discuteva con Giuseppe Di Bernardo di scie chimiche.
Devo dire che il fenomeno del complottismo e del favore crescente che incontra mi incuriosisce alquanto. Che sia la religione del nuovo millennio?
Rilancio qui l'intervento che ho postato sul blog di Giuseppe.
 -----
Io vengo da Taranto, città ostaggio di una zona industriale (ILVA, raffineria, cementificio, ecc...) che immette miasmi e diossina in aria, acqua e cielo. 
Non credo che fantomatiche organizzazioni si divertano ad associare in segreto centinaia di piloti di aereo e meteorologi per coprire esperimenti strani, disegnando scie in cielo. 
Credo che viviamo secondo un modello (produci - compra - consuma - produci di più - compra cose che non ti servono ma che ti convinco sono essenziali - consuma il mondo) che sta giungendo al capolinea e se non ci decidiamo a scendere ci accorgeremo troppo tardi che il capolinea è un burrone. 
Concentrarci su fantomatiche cospirazioni ci dà l'illusione che, in fondo i cattivi sono nascosti nelle pieghe della società e si divertono a giocare con la nostra salute, ma se riuscissimo a eliminare queste organizzazioni segerete e potentissime, tutto il mondo diverrebbe una specie di paradiso e basterebbe usare le fantomatiche scoperte di Tesla per avere energia infinita a disposizione senza inquinamento... robe così. Troppo facile. Uscire dal tunnel costa fatica e sforzo  e significa cambiare rivoltare il mondo come un calzino e non toglere di mezzo cospiratori nascosti in esso come parassiti. 
Non mi preoccupano i potenti invisibili intenti a tessere strane ragnatele di fumo ad alta quota. Mi preoccupano invece i potenti, tutti i giorni in TV a dare le loro ricette su come uscire dalla crisi, tutte basate su aumenti del PIL, della produzione, crescita economica e nessuno su cambio di rotta reale e crescita reale dell'uomo...
I parassiti, in questo momento siamo tutti noi...
La foto di qui sotto è presa da qui mostra le vere scie in cielo che mi fanno sentire prigioniero...

4 commenti:

Giuseppe Di Bernardo ha detto...

>Non credo che fantomatiche organizzazioni si divertano ad associare in segreto centinaia di piloti di aereo e meteorologi per coprire esperimenti strani, disegnando scie in cielo.

Ma infatti non è così.

>Credo che viviamo secondo un modello (produci - compra - consuma - produci di più - compra cose che non ti servono ma che ti convinco sono essenziali - consuma il mondo) che sta giungendo al capolinea e se non ci decidiamo a scendere ci accorgeremo troppo tardi che il capolinea è un burrone.

Quoto in pieno. Proprio in pieno.

>Concentrarci su fantomatiche cospirazioni ci dà l'illusione che, in fondo i cattivi sono nascosti nelle pieghe della società e si divertono a giocare con la nostra salute...ma se riuscissimo a eliminare queste organizzazioni segerete e potentissime, tutto il mondo diverrebbe una specie di paradiso e basterebbe usare le fantomatiche scoperte di Tesla per avere energia infinita a disposizione senza inquinamento... robe così. Troppo facile. Uscire dal tunnel costa fatica e sforzo e significa cambiare rivoltare il mondo come un calzino e non toglere di mezzo cospiratori nascosti in esso come parassiti.

Non sono affatto nascosti. Sono davanti ai tuoi occhi e li vedi, li tocchi ogni volta che ti alzi al mattino per andare al lavoro e torni la sera stremato. Questi potentati, che adorino un Gufo oppure solo la banconota, ci hanno costruito gabbie che non riusciamo a vedere. Credi ancora di poter cambiare qualcosa col voto? Come è possibile credergli ancora? Sono facce della stessa medaglia.

Io di chi comanda non mi fido.

Non mi stupirei se l'energia pulita e illimitata fosse davvero disponibile. Se fosse così, non ci sarebbe nulla di strano che chi detiene il potere ne impedisca la diffusione.

>Non mi preoccupano i potenti invisibili intenti a tessere strane ragnatele di fumo ad alta quota. Mi preoccupano invece i potenti, tutti i giorni in TV a dare le loro ricette su come uscire dalla crisi, tutte basate su aumenti del PIL, della produzione, crescita economica e nessuno su cambio di rotta reale e crescita reale dell'uomo...

Quelli sono i parassiti più evidenti. Non vuol dire che non ce ne siano altri.

>I parassiti, in questo momento siamo tutti noi...

Col cavolo :)
"I mostri siamo noi" è un bel leitmotiv che ha fatto il suo tempo. I parassiti sono loro e parassitato è chi non si sveglia. Come quelle formiche attaccate da un fungo che ne influenza il comportamento.

>La foto di qui sotto è presa da qui mostra le vere scie in cielo che mi fanno sentire prigioniero...

Ma perché le cose di devono escludere a vicenda? Io non so (e lo ripeto per l'ennesima volta) cosa siano le scie. Non sono di condensazione, perche quelle svaniscono dopo poco, non si trasformano in nubi. Non mi stupirei che fosse l'ennesima porcata che favorisce pochi... Se sono solo innoquo gas pace... vorrà dire che siamo solo un branco di paranoici, ma se stanno facendo qualcosa, forse questa attenzione popolare potrebbe rompergli un po' le uova nel paniere.
"La verità attraversa tre fasi, prima viene ridicolizzata, poi contrastata, poi accettata come cosa ovvia."

Un saluto

Angelo ha detto...

Ciao Giuseppe!
Lieto di averti qui.

Prima una precisazione: quando dicevo che i parassiti siamo noi, lo intendo nel senso in cui lo dice l'agente Smith di Matrix: "Vi insediate in una zona e vi moltiplicate, vi moltiplicate finché ogni risorsa naturale non si esaurisce."
Come specie stiamo esaurendo le risorse della terra lasciando spazzatura. In questo senso siamo tutti parassiti.

Per il resto, non è che io mi fidi delle persone che "comandano".Vi insediate in una zona e vi moltiplicate, vi moltiplicate finché ogni risorsa naturale non si esaurisce.
La P2 l'abbiamo vista tutti, abbiamo una serie di eventi inspiegabili nella storia d'Italia, servizi segreti deviati, gladiatori, ecc. E questo è solo quello che sappiamo.

C'è però un po' di differenza fra adorare un gufo sul dollaro e il dio denaro. Non fosse altro che nel livello delle cospirazioni.
Una cosa è pensare a gente che si organizza in termini spaziali e temporali circoscritti e un'altra super-organizzazioni che esistono da secoli e agiscono ovunque...

Sulla scorta dei misteri che ti citavo prima, il rischio e che ci mettiamo a cercare ovunque e comunque il complotto, finendo con l'alzare una nebbia che aiuta chi davvero agisce dietro le quinte a nascondersi.

Per farti un esempio terra terra: se diciamo TUTTI i politici sono mafiosi e lo sono sempre stati , facciamo fare il gioco di quelli collusi per davvero...

Poi c'è un'altra questione: ho una preparazione tecnico-scientifico e molte affermazioni che si trovano sui temi del complotto sono traballanti (per usare un eufemismo...)

Non so nulla di come funzioni l'atmosfera, ma non ho ragione di dubitare delle affermazioni di decine di meteorologi sulle scie (a proposito, se questi non sono complici della cospirazione, perché le loro affermazioni non dovrebbero essere credibili?).

Ma quando si parla di energia, frasi ricorrenti del tipo "l'energia pulita si è trovata ma è tenuta nascosta", mi fanno strabuzzare gli occhi: conosco benissimo i principi della termodinamica e l'impossibilità di moto perpetuo di primo e secondo tipo.
L'energia non si può ricavare dal nulla, non può non impattare sull'ambiente, in poche parole non può essere gratis.

E proprio affermazioni di questo tipo (cose a cui sarebbe bello credere e se non si riescono a fare deve essere certo colpa dei "cattivi" piuttosto che credere che le leggi di natura mettano dei limiti alla nostra "onnipotenza") mi rendono scettico di fronte alle teorie del complotto...

Ciao e a presto

PS sto leggendo il numero 3. Appena finito ti dico su Yattaaa ;)

Giuseppe Di Bernardo ha detto...

Non discuto le leggi della termodinamica. Per ora.
La mia riflessione, a cui non rispondo, è:
La ricerca deve venir sovvenzionata.
Le sovvenzioni le pagano i gruppi industriali.
I gruppi industriali avranno mai interesse a sovvenzionare la ricerca su energie a basso costo?
O se preferisci...
La politica è finanziata dall'economia.
Potrà mai essere realmente libera?
Se un mercante di armi finanzia una campagna elettorale americana, il presidente, potrà mai essere pacifista?
Un caro saluto.

Angelo ha detto...

Giuseppe scrive:
La ricerca deve venir sovvenzionata.
Le sovvenzioni le pagano i gruppi industriali.
I gruppi industriali avranno mai interesse a sovvenzionare la ricerca su energie a basso costo?

----
Beh, l'Europa dà un sacco di finanziamenti in questo periodo alle ricerche su energie innovative, efficienza energetica ecc. (e ti assicuro che i bandi per i finanziamenti europei si riescono a vincere senza amicizie strane)